13 • 08 • 2020


                                                                                                                                                                  
Secondo Zac Ernst – Head of Data Science per l’insurtech Clearcover – la rivoluzione basata sui dati, sull’intelligenza artificiale e il machine learning è destinata a portare cambiamenti non solo a livello tecnico, ma anche e soprattutto culturale.
Una volta che i tradizionali processi di decision making saranno sostituiti dalla mentalità scientifica, con ipotesi e test, il nodo fondamentale sarà portare questo cambiamento in tutti i settori organizzativi e operativi di una compagnia, ad esempio integrando il lavoro del team di data science in ambiti diversi tra loro ma comunque comunicanti.
La trasformazione analitica, quindi, deve diventare una vera e propria rivoluzione culturale in grado di coinvolgere l’azienda a 360 gradi.
Oggi le decisioni in un’azienda ben gestita, vengono discusse e gli esperti vengono consultati. In queste discussioni, c’è molta ‘saggezza convenzionale’ e ipotesi e valutazione di potenziali rischi e benefici.
I decisori adottano un approccio “measure twice, cut once”, che è avverso al rischio e inteso a impegnarsi in una linea di condotta ragionevole nel lungo periodo.
Un approccio scientifico invece genera molte ipotesi e si concentra sul testarle rapidamente.
Se ad esempio un’azienda vuole raggiungere un nuovo segmento di utenti, tradizionalmente ipotizzerà le personas e costruirà campagne marketing per raggiungerle basate sulle ipotesi stesse fatte per individuare queste personas. Un approccio scientifico prevederebbe invece di individuare molti segmenti e di testarne l’efficacia concentrandosi sulla misurazione dei risultati indipendentemente dalle ipotesi che sono state fatte per derfinire questi segmenti.
Il focus viene quindi sostato dalla generazione delle ipotesi a come testarle.
Secondo Zac Ernst il team di Data Science può però fallire quando è inserito in un’azienda la cui mentalità non è scientifica e pronta a supportare le loro necessità con cambiamenti tecnici e di organizzazione.

Per aprofondire clicca qui