18 • 11 • 2021

The largest insurtech funding rounds

1 novembre, Digital Insurance | Con un totale di 34 round di investimenti chiusi a livello globale, il mese di ottobre è stato di certo fortunato per il mondo insurtech. Le compagnie che hanno raccolto maggiore liquidità sono state Sure, startup attiva in ambito SaaS e API che ha chiuso un round di Serie C da 100 milioni di dollari; e Ladder, specializzata in polizze digitalizzate sulla vita, che ha raccolto 100 milioni di dollari con un’operazione di Serie D guidata da Thomvest Ventures e OMERS Growth Equity. Al terzo posto troviamo i 63 milioni di dollari raccolti da Getsafe, compagnia insurtech P&C attiva in Germania e nel Regno Unito, e i 50 milioni di Coterie, che offre invece assicurazioni commerciali.

PER APPROFONDIRE

 

NOTIZIE CORRELATE

 

owl.co Secures $30 Million in Funding to Address Insurance Industry’s $80 Billion Fraud Problem

3 novembre, Yahoo Finance | L’insurtech canadese owl.co ha raccolto 30 milioni di dollari con un round di investimenti di Serie B guidato da Cota Capital a cui hanno partecipato, tra gli altri, Sorenson Ventures, FUSE e Impression Ventures. Fondata a Vancouver nel 2018, owl.co offre una piattaforma digitalizzata per la gestione dei sinistri, con l’obiettivo di eliminare i potenziali pregiudizi, le frodi o gli errori umani dal processo. Grazie al machine learning, infatti, la startup automatizza il processo, protegge sia i clienti che gli agenti da spese non necessarie e permette di aumentare di 10 volte il return on investment (ROI). I nuovi fondi saranno utilizzati per espandere la piattaforma e allargare il team almeno del 20% entro la fine del 2021.

PER APPROFONDIRE

 

Gig Worker Insurance Platform Collective Benefits Raises $10 Million

3 novembre, Forbes | Collective Benefits, insurtech britannica specializzata in servizi per i lavoratori della gig economy, ha raccolto 10 milioni di dollari da parte del colosso Prosus Ventures. Questi si aggiungono agli 8 milioni di dollari raccolti dalla startup lo scorso luglio in un round di investimenti guidato da NFX. Basata a Londra, Collective Benefits è stata fondata da Anthony Beilin e Benjamin Hay a fine 2019 e serve oggi 250 mila utenti in 20 mercati tra Europa, Israele e Giappone. I suoi servizi, completamente digitalizzati, assicurano i lavoratori indipendenti da diversi tipi di rischi o esigenze, dalla malattia e gli infortuni al congedo familiare. I nuovi fondi saranno utilizzati per allargare il team ed espandersi a livello internazionale.

PER APPROFONDIRE

 

GetCovered.io Raises $7 Million in Series A Funding Led by RET Ventures to Simplify the Insurance Process for Property Managers and Renters

9 novembre, Yahoo Finance | GetCovered.io, startup insurtech attiva in ambito immobiliare, ha raccolto 7 milioni di dollari con un round di investimenti di Serie A guidato da RET Ventures a cui hanno partecipato Updater, Pelican Ventures e Crocker Mountain. Nata a New York nel 2018, GetCovered semplifica i processi di acquisto e gestione per le polizze property and casualty. In particolare, la startup collabora con assicuratori, agenzie, manager, proprietari e inquilini – sia in edifici residenziali che commerciali – per assicurarsi che tutti abbiano a disposizione gli strumenti per restare al passo con le normative e acquistare le giuste assicurazioni. Grazie ai sistemi di API, poi, i suoi servizi sono facilmente integrabili con diversi software pensati per il mondo del real estate.

PER APPROFODIRE

 

South Africa’s Root gets $3M, plans to expand low-code insurance platform to Europe

11 novembre, TechCrunch | La startup insurtech sudafricana Root ha raccolto 3 milioni di dollari con un seed round che le permetterà di scalare le operazioni a livello internazionale – potenzialmente espandendosi nel Regno Unito, in Francia e in Germania – e costruire l’infrastruttura necessaria a digitalizzare il mondo assicurativo. Tra gli investitori che hanno partecipato troviamo Invenfin, Base Capital, P1 Ventures e Savannah Fund. Fondata a Cape Town nel 2016, Root sfrutta i sistemi di API per aiutare aziende e sviluppatori attivi in altri ambiti ad ampliare la propria offerta e lanciare prodotti assicurativi in modo rapido, semplice ed efficiente. Inoltre, anche in seguito all’attivazione dei servizi insurance la startup continua a collaborare con le aziende partner e fornisce supporto nelle procedure di vendita e nella gestione delle richieste di compensazione.

PER APPROFONDIRE

 

Puls Technologies lands $15M to provide on-demand home repair service

11 novembre, TechCrunch | La startup insurtech californiana Puls Technologies ha raccolto 15 milioni di dollari con un nuovo venture round di investimenti guidato da Hanaco Venture Capital. Basata a Livermore, Puls Technologies opera in ambito immobiliare e offre ai clienti la possibilità di prenotare servizi di manutenzione per la casa direttamente tramite la sua app per mobile o la sua piattaforma digitale. Di recente, poi, la startup si è avvicinata al mondo assicurativo lanciando polizze di garanzia per elettrodomestici con premi che partono da 29 dollari al mese. Il servizio fa affidamento su algoritmi predittivi che combinano i danni riportati dagli utenti con professionisti specializzati nel settore, in modo che le riparazioni possano essere effettuate in tempi rapidi. Nata nel 2015, oggi Puls Technologies collabora con 7mila tecnici in 20 città americane, e ha intenzione di espandersi entro la fine del 2022.

PER APPROFONDIRE