29 • 10 • 2020

                                                                                                                                                                                                                                                       ottobre, 2020                                         

Secondo la MIT Technology Review molte aziende avevano già avviato un processo di trasformazione digitale anche prima dell’arrivo della pandemia di coronavirus, e stavano portando avanti i progetti in modo diligente ma non particolarmente rapido. In questo contesto, il Covid-19 ha spinto le compagnie a doversi confrontare immediatamente con una nuova realtà, e a dover adattare di conseguenza la propria trasformazione digitale per poter sopravvivere. Se alcune aziende hanno tratto beneficio dalla nuova normalità – come Zoom, Netflix o Amazon – per altri settori la transizione è stata più complicata e ha costretto le compagnie ad adottare modalità completamente nuove, come ad esempio le firme digitali o le app per mobile in ambito assicurativo e finanziario. Secondo Howard Holton, enterprise CTO di Hitachi Ventara, le compagnie che hanno avuto i risultati migliori sono quelle che già possedevano un buon livello di maturità digitale.

Per approfondire clicca qui